Translate

Escursioni su richiesta per il Cammino di Santiago De Compostela

L’intero cammino è lungo circa 800 Km che si possono percorrere in 30 giorni passando dalla Navarra, dalla Castiglia e Leon per arrivare alla Galizia indicata come Finis Terrae per il suo confine ovest rappresentato dal misterioso ed affascinante Oceano Atlantico. Molto frequentato è il cammino francese che parte dalla cittadina di S. J. Pied de Port (Francia) attraversa un tratto dei Pirenei e giunge alla prima tappa nella piccola Roncesvalles che da molti è considerata la meta iniziale del pellegrinaggio, da qui un susseguirsi di tappe tra piccoli paesini, grandi città, ostelli, chiese di campagna e cattedrali gotiche. 
Lungo il percorso s’incontrano veri propri tesori d’arte e di cultura in particolare nelle città storiche del cammino tra le quali, oltre naturalmente Santiago, Roncesvalles, che è stata sempre considerata uno dei punti di accoglienza più antichi del cammino, conosciuta anche per la sconfitta della retroguardia di Carlo Magno guidata dal paladino Rolando che veniva massacrata in un agguato di Baschi e Saraceni. Pamplona, capoluogo regionale della Navarra, è conosciuta a livello internazionale per la famosa “corsa dei tori”, festa in onore di San Fermin, patrono della città. Burgos, considerata una delle capitali del gotico castigliano, è una piccola città con un grande passato, in bilico tra tradizioni religiose e militari. Leòn, “la città azzurra” come la chiamò chi restava ammirato dalla tonalità delle vetrate della sua celebratissima cattedrale. La sua fama è dovuta a tre capolavori dell’architettura appartenenti a tre stili diversi: la romanica chiesa di San Isidoro, l’imponente cattedrale gotica e la rinascimentale chiesa di San Marcos. 

La meta finale Santiago de Compostela con la sua Cattedrale, costruita a partire dal 1070, nella plaza do Obradoiro, che accoglie e custodisce le reliquie del Santo. 
Ogni giorno si percorrono a piedi una media di 25 Km, programmandoli in base agli ostelli per i pellegrini da raggiungere per far tappa la notte. I segni che contraddistinguono il sentiero battuto sono laconchiglia simbolo del cammino ed una freccia gialla che indica costantemente la direzione. Ogni pellegrino porta con se (o gli viene consegnata nei luoghi di accoglienza) una conchiglia da appendere nello zaino o da indossare cingendola al collo. Documento che testimonia lo status di pellegrino è la Credencial, tessera rilasciata dall’Autorità ecclesiale e dove giornalmente viene apposto un timbro che testimonia il passaggio nei paesi lungo il cammino. Non importa che il cammino sia percorso interamente per aver rilasciato la Compostela, documento finale di riconoscimento del cammino compiuto, bastano gli ultimi 100 Km se si arriva a piedi ed almeno 200 per chi viene in bici.

Il cammino è una esperienza soggettiva che è stata descritta da alcuni autori popolari come Paolo Cohelo o il Film Santiago's Way, tra altri che vi possono essere utili come approccio iniziale al tipo di esperienza che il cammino promuove per il nostro corpo e la nostra mente.

A spasso con l'anima... sul nostro sito incontrerai i consigli basici sulla preparazione fisica, lo zaino e le nostre esperienze per incominciare a visualizzare uno dei percorsi più belli per lo spirito, Buon cammino.

Guida: Salvatore Marletta: contatto 3334987946
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

e-max.it: your social media marketing partner

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione su questo sito acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezione Cookie Policy.